Punico Liquori

Punico Liquori: esperienza, passione e innovazione per la giovane azienda siciliana

Esperienza, spirito imprenditoriale e una tradizione di famiglia che viene tramandata dal padre ai figli. Punico Liquori compie cinque anni e si appresta al lancio sul territorio nazionale e internazionale. E aggiunge, all’ormai classico Amaro Punico, nuovi importanti prodotti da commercializzare.

Una storia che inizia a Marsala, città famosa in tutto il mondo per il suo vino liquoroso. E qui che lavora il noto enologo Vito Maltese che, per celebrare il 50° anniversario della sua carriera, decide di fondare con i figli Anna Lisa, Ignazio e Sabrina la Punico Liquori.

“Mio padre – racconta Ignazio Maltese, anche lui enologo – circa 15 anni fa ha creato una ricetta per un amaro per l’azienda dove lavorava come consulente. La ricetta ebbe un notevole successo. Sette anni fa ha interrotto la consulenza con questa azienda e noi figli lo abbiamo spinto a fare una nuova ricetta con un altro brand. La risposta della clientela è stata subito positiva e allora quasi tutta la famiglia si è dedicata a questo lavoro, creando la Punico Liquori Srl nel 2013”.

L’azienda nasce come monoprodotto, con l’Amaro Punico, ma con il tempo sono nati nuovi prodotti: in particolare il Limoncello Millelumie e il nuovissimo amaro Punagrò, creato con un infuso di erbe e un infuso di scorze d’arance di Sicilia che provengono da coltivazione biologica. Un prodotto che, rispetto all’Amaro Punico, che si può trovare anche nella grande distribuzione, sta avendo un percorso di commercializzazione diverso, puntando alla fascia alta del mercato, ai ristoranti, ai pub, agli agriturismi, con una distribuzione esclusivamente horeca (hotellerie – restaurant – café).

“Stiamo puntando molto sulla qualità – spiega Ignazio Maltese – diversificando l’offerta e la commercializzazione. Inoltre suggeriamo nel nostro sito e nelle nostre pagine social, alcuni cocktail a base dei nostri prodotti, dando in questo modo visibilità a quelli più interessanti”.

Intanto la Punico Liquori sta diventando un marchio sempre più consolidato, soprattutto nella Sicilia occidentale, e si appresta al grande salto verso i mercati nazionali e internazionali. “I primi cinque anni – continua Ignazio Maltese – abbiamo investito molto sull’azienda. Abbiamo ristrutturato una porzione di un vecchio opificio, il Baglio Giacone, per farne la nostra sede. I prossimi anni gli investimenti si concentreranno per la crescita del brand a livello nazionale e internazionale. Ecco perché, dopo aver consolidato la nostra presenza nelle province di Trapani, Palermo e Agrigento, ed essere cresciuti anche nel resto della Sicilia, a partire dal prossimo anno parteciperemo alle più importanti fiere in Italia e all’estero“.

Un percorso perfettamente cadenzato: l’azienda sarà infatti presente il prossimo anno al Vinitaly e, molto probabilmente, a Merano, mentre nel 2020 sarà la volta del Cibus a Parma, e del ProWein in Germania.

Punico Liquori si conferma un’azienda in continua evoluzione: pur nella sua giovane età è un condensato di esperienza, passione e innovazione. Elementi miscelati alla perfezione, come nei loro prodotti.

Punagrò