La Lumaca Baiata

La Lumaca Baiata: eccellenza siciliana tra qualità e umanità

Può un’azienda giovane essere già tra le eccellenze della nostra regione? Certo, soprattutto se l’azienda punta sul prodotto giusto e lo fa rispettando la natura e con idee e decisioni coraggiose e di grande umanità. La Lumaca Baiata ha tutte queste caratteristiche e anche di più. E sta avendo un grande successo commerciale.

L’azienda è giovane, giovanissima: solo due anni di attività. Eppure vende in media duemila chili di lumache ogni 45 giorni. Un successo commerciale che è frutto di un’attenta indagine di mercato, ma anche di tanto amore per la terra. “Stavamo cercando di avviare un’attività commerciale redditizia che potesse dare un futuro anche ai nostri figli – spiega Domenico Alba, titolare, insieme alla moglie, dell’azienda – e dopo un attento studio di settore abbiamo puntato sulle lumache. Siamo dell’idea che si debba ripartite dalla terra e questo è un prodotto importante per il nostro territorio. Si tratta di un alimento antichissimo, dalle importanti qualità organolettiche e che in questo periodo sta vivendo un nuovo momento di gloria. In Italia viene prodotto solo il 30% della richiesta nazionale di lumache. Il 70% è importato. Ci siamo resi conto che c’erano margini per entrare fin da subito sul mercato e abbiamo aperto la nostra azienda”.

La Lumaca Baiata si trova a Paceco, in provincia di Trapani, a poche centinaia di metri dall’omonimo lago. Una terra ricca, che consente di far nutrire le lumache, che vengono allevate a ciclo biologico completo, in modo naturale, con verdure coltivate all’interno dell’azienda. Tutto questo va a vantaggio della qualità del prodotto, che infatti sta conquistando sempre più il mercato della ristorazione, oltre che quello privato. “Vendiamo in tutta Italia”, ci spiega Domenico Alba, che sa anche come fare marketing per pubblicizzare al meglio le sue lumache, tra degustazioni all’interno delle grande distribuzione e interscambi commerciali con altre realtà limitrofe, come l’agriturismo Vultaggio, che utilizza i prodotti provenienti dall’azienda e dove ogni anno viene organizzata anche la giornata della lumaca.

In cantiere c’è anche l’apertura di una fattoria didattica, che verrà inaugurata nel secondo semestre del 2019. Un progetto che coinvolgerà anche le scuole, per delle visite guidate in cui i bambini potranno scoprire tutti i passaggi dell’allevamento a ciclo biologico completo.

La Lumaca Baiata ha anche vinto l’Oscar Green 2018 della Coldiretti per l’idea progettuale. Perché l’azienda ha fatto una scelta coraggiosa ma dalla grande umanità. All’interno dell’allevamento, infatti, lavorano quasi esclusivamente disabili: persone che provengono dal mondo del lavoro, soprattutto agricolo, e che hanno avuto gravi incidenti durante l’attività lavorativa. Non solo, ma presto verrà organizzato dall’azienda, in collaborazione con Inail Trapani e Coldiretti Trapani, un corso di elicicoltura per disabili, dove parteciperanno 10 disabili dell’Inail. “Si tratta di un corso che – conclude Domenico Alba – ha l’obiettivo di sviluppare l’auto imprenditorialità del disabile e che alla fine vedrà uno dei partecipanti assunto dalla nostra azienda“. Un motivo in più per fare un plauso a chi ha avuto la forza e la capacità di lanciare un’azienda in Sicilia che sta avendo un grande successo e l’umanità per creare posti di lavoro destinati a chi ha subito un grave incidente e che adesso vuole rilanciarsi nel mondo del lavoro.

Per maggiori informazioni o per contatti, questo è il sito dell’azienda: https://www.lumacabaiata.it/

La Lumaca Baiata